fbpx

L’osteopatia favorisce la tendenza intrinseca del corpo ad auto-curarsi

OSTEOPATIA TORINO: COME PORRE RIMEDIO AI TUOI PROBLEMI, SENZA ASSUMERE FARMACI

Dopo tanti ripensamenti ed un’attenta riflessione, hai finalmente deciso di informarti meglio sull’osteopatia a Torino e la tua ricerca ti ha portato al mio sito per comprendere al meglio questa disciplina e capire come l’osteopatia può aiutarti a risolvere alcune tue problematiche e a ripristinare, una volta per tutte, il tuo benessere psicofisico, senza ricorrere all’uso di farmaci, né alla chirurgia. Desiderosa di aiutarti nel fornirti nozioni utili per comprendere tutto quello che devi sapere in merito all’osteopatia a Torino e alle varie tecniche utilizzare nel mio lavoro, in questa pagina, sarò lieta di eliminare tutte le tue indecisioni, partendo proprio dalla domanda più semplice:” Che cos’è l’osteopatia?”.

Bene, prima di rispondere a questa domanda, voglio dirti fin da subito che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto e che di seguito, intendo fornirti tutte le informazioni utili per capire una di più su questa disciplina medica tanto affascinante quanto ancora per molti sconosciuta, soprattutto in Italia. Nei paragrafi successivi, infatti, partendo proprio dall’analisi della parola osteopatia e dei principi su cui essa si fonda, ti illustrerò perché e quando è il momento giusto di ricorrere all’osteopatia, per quale fascia d’età è ottimale e quali sono le tecniche utilizzate da ogni osteopata come me, fino ad arrivare a comprendere come prepararsi ad una visita di osteopatia a Torino e in cosa essa consista nello specifico. In questo modo, avrai un’idea ben chiara del tipo di disciplina a cui potresti affidarti, evitando dunque di incappare in errori o, peggio, in informazioni errate che spesso compaiono sul web e che sono del tutto forvianti.

Dunque, cos’altro aggiungere? Ritaglia un po’ di tempo libero tutto per te, mettiti comodo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’osteopatia, un argomento tanto interessante quanto per certi versi complicato da definire. Sono convinta che, al termine della lettura, sarai perfettamente in grado di scegliere il trattamento di osteopatia a Torino a te più adatto e di investire al meglio il tuo denaro per una completa visita presso il mio studio d’osteopatia. Detto ciò, ti auguro buona lettura e ti invito a contattarmi per qualsiasi altra informazione aggiuntiva.

“L’osteopatia è un sistema affermato e riconosciuto di prevenzione sanitaria che si basa sul contatto manuale per la diagnosi e per il trattamento.. Rispetta la relazione tra il corpo, la mente e lo spirito sia in salute che nella malattia: pone l’enfasi sull’integrità strutturale e funzionale del corpo e sulla tendenza intrinseca del corpo ad auto-curarsi. Il trattamento osteopatico viene visto come influenza facilitante per incoraggiare questo processo di auto-regolazione. 
I dolori accusati dai pazienti risultano da una relazione reciproca tra i componenti muscolo-scheletrici e quelli viscerali di una malattia o di uno sforzo”
(World Osteopathic Health Organization)

Osteopatia Torino

DI COSA STIAMO PARLANDO?

Partendo proprio da una definizione da manuale, l’osteopatia è una terapia manuale che si basa sulle conoscenze mediche tradizionali quali anatomia, fisiologia, patologia medica e che non prevede assolutamente l’uso di farmaci, né il ricorso a strumentazioni o chirurgia. L’osteopatia, infatti, contribuisce a restituire il giusto benessere psicofisico di ogni singola persona, attraverso manipolazioni, tecniche e manovre specifiche che, a seconda dei casi, si dimostrano più o meno efficaci e che determinano, così, il processo di guarigione del paziente. L’osteopatia, prendendo in considerazione l’insieme e non la singola parte del corpo in cui si avverti dolore o fastidio, è molto utile anche nell’affiancare altre discipline mediche, nella risoluzione di altre patologie o problematiche corporali ed è perfetta per la prevenzione, la valutazione e il trattamento di disturbi che interessano non solo l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, ma anche cranio-sacrale e viscerale.

L’osteopatia a Torino è incentrata sulla salute del paziente e non sulla malattia e utilizza un approccio causale e non sintomatico, vale a dire che è alla ricerca delle alterazioni funzionali del corpo che portano al manifestarsi di segni e sintomi, causa di dolori di diverso genere.

LE DIVERSE TECNICHE UTILIZZATE IN OSTEOPATIA

Esistono diverse tecniche per il trattamento di osteopatia a Torino che si manifestano attraverso varie manipolazioni, precise e ben strutturate, che vendono effettuate con le mani e talvolta con il resto del corpo. L’osteopata, infatti, con queste tecniche, può circondare una parte del corpo del paziente oppure appoggiarsi contro la sua schiena, giusto per fare un esempio.
Queste tecniche di manipolazione possono essere raggruppate in 4 macro categorie principali:

  1. Tecniche strutturali: ognuna di essa consiste in specifiche manipolazioni da attuare che richiedono di applicare alcuni impulsi su una struttura.
  2. Tecniche fasciali: servono a mobilizzare i tessuti e a indurre uno stato di rilassamento totale dunque a muscoli, articolazioni, fluidi, membrane, ecc… .
  3. Tecniche viscerali: lo scopo di queste tecniche è quello di dare la massima motilità alle viscere e quindi a intestino, fegato, milza, polmoni, ecc… .
  4. Tecniche craniali: esse si basano su manipolazioni del cranio, che possono apparire come una semplice imposizione delle mani ma che in realtà sono microscopici movimenti che aiutano a ripristinare la delicata mobilità delle ossa craniche e agiscono sul movimento respiratorio primario.

Se desideri saperne di più in merito ad ogni singola tecnica attuata, ti suggerisco di consultare le pagine dedicate proprio ad ognuna di queste tecniche sopra esposte e di approfondire meglio tale argomento. Per qualsiasi incertezza o domanda in merito, non esitare a contattarmi: sarò ben disposta a redimere ogni tuo singolo dubbio.

Scopri tutti i benefici della Medicina Osteopatica

PRENOTA UNA VISITA

OSTEOPATIA TORINO E I PRINCIPI SU CUI SI BASA

Come avrai certamente intuito, l’osteopatia è una disciplina tanto affascinante quanto complessa e di conseguenza è bene conoscere, seppur in minima parte, i principi su i quali essa si fonda, anche in funzione di una visita d’osteopatia a Torino. Per comprendere a pieno i principi su cui l’osteopatia si basa, facendo un piccolo passo indietro, non si può non partire dalla figura del chirurgo americano Andrew Taylor Still. Quest’ultimo, nato in Virginia nel 1828, è considerato il fondatore dell’osteopatia che, provando grande angoscia per gli orrori della guerra e per la morte di tutta la sua famiglia a causa di una brutta infezione, incurabile dalla medicina convenzionale dell’epoca, decise, nel 1892, di fondare il primo Collegio di Osteopatia negli Stati Uniti, dopo attenti studi e ricerche e sperimentazioni dettagliate. Nel 1913 nacque a Kirksville l’AT Still Research Institute.

L’assunto di base dell’osteopatia è quello secondo cui la deformazione di alcuni settori scheletrici e la conseguente interferenza sui nervi e sui vasi sanguigni adiacenti siano causa della maggior parte delle patologie e delle malattie più comuni e non. Attraverso le tecniche precedentemente esposte, le quali seguono ovviamente i principi base su cui l’osteopatia si basa, vengono effettuate dall’osteopata una serie di manipolazioni di scheletro, muscoli e legamenti che inducono al ripristino delle capacità di autoguarigione del corpo e dunque evitano che ogni singolo individuo debba ricorrere necessariamente ai farmaci per risolvere il dolore, fastidio o problema avvertito.

La filosofia dell’osteopatia si basa su quattro principi. Essi sono: la nozione di unità dinamica del corpo umano, il principio di autoregolazione e autoguarigione del corpo umano, la relazione struttura-funzione e la terapia razionale che si basa sui primi tre principi antecedentemente enunciati.

Analizzandoli insieme, senza addentrarci troppo nello specifico, possiamo dire quanto segue:

  • La nozione di unità dinamica del corpo umano: è un assioma secondo cui la persona per l’osteopatia è identificata come un’unità di corpo, mente e spirito. A partire dalla negletta concezione ippocratica, infatti, fu proprio Andrew Taylor Still a situare l’unità del corpo umano a livello del sistema mio-fascio-schelettrico. Tale struttura riunisce le varie parti del corpo ed è suscettibile a conservare tracce del traumatismo che subisce, anche se di entità minima. Attraverso il suddetto sistema si attua anche la concatenazione dei disturbi con possibili effetti a distanza. Questo, che è il primo dei quattro principi fondamentali, in altre parole, fa riferimento al fatto che le varie funzioni corporee sono strettamente interdipendenti tra loro ed è quindi tecnicamente impossibile che accada qualcosa in una parte del corpo senza avere ripercussioni anche altrove.
  • Il principio di autoregolazione e autoguarigione del corpo umano: sempre secondo gli studi effettuati da Andrew Taylor Still, il corpo contiene in se stesso tutti i mezzi necessari ad eliminare e prevenire le malattie. È proprio grazie a questo principio – a condizione che i sistemi di autoregolazione siano liberi di funzionare correttamente, vale a dire che non si abbia alcun ostacolo sulle vie della nutrizione tissulare e della eliminazione dei rifiuti – che il corpo umano può essere visto come una macchina straordinaria e perfetta, in grado di autoregolarsi e guarirsi. Il ruolo dell’osteopata in questo senso è quello di fare in modo di togliere tutti i possibili ostacoli nel corpo e fare in modo che, ritrovando l’equilibro, il corpo di ogni singolo individuo sia in grado di ritrovare armonia e salute, senza l’ausilio di farmaci.
  • La relazione struttura-funzione: vale a dire che la struttura e la funzione sono in relazione reciproca. Sempre per Andrew Taylor Still, gli ostacoli sono da ricercare nelle strutture corporee, ovvero nel sistema mio-fascio-schelettrico. Le articolazioni, in particolare quelle inter-vertebrali, in seguito a traumatismi diretti o indiretti, sono in grado di subire delle modificazioni funzionali all’origine delle turbe patologiche. Riprendendo nella propria interpretazione la teoria dell’irritazione vertebrale dell’inglese Thomas Brown (1828), Andrew Taylor Still in persona perfezionò la nozione di “lesione osteopatica”, sostenendo che “la regola dell’arteria è assoluta”. Secondo i suoi annunciati, distinguere struttura e funzione è del tutto illusorio, poiché la struttura controlla la funzione e la funzione condiziona la struttura. In altre parole, questo terzo principio su cui si basa l’osteopatia fa riferimento alla convinzione del dottor Still secondo cui la struttura portante, ossia il sistema muscolo-scheletrico, è fondamentale per la salute di tutto il corpo. Secondo Andrew Taylor Still: “La malattia è il risultato di anomalie anatomiche a cui fa seguito una perdita dell’armonia fisiologica”.
  • La terapia razionale: è una terapia che che si basa sui primi tre principi. Essa poggia sulla comprensione dei principi base dell’unità del corpo, dell’autoregolazione e dell’interrelazione di struttura e funzione, spiegando che la terapia si deve basare proprio ed esclusivamente sui tre principi sopra enunciati, ovvero sul ripristino della capacità di autoguarigione del corpo, prendendo in considerazione il fatto che la malattia o il disturbo non è qualcosa che arriva dall’esterno ma un crollo della capacità di equilibrio e auto-mantenimento del corpo e quindi dall’interno del corpo stesso.

Se desideri saperne di più in merito ai principi base su cui si fonda l’osteopatia a Torino come nel resto del mondo, ti suggerisco di consultare il mio blog, contenente diversi articoli interessanti, utili proprio per comprendere al meglio l’osteopatia e tutto quello che essa può fare per ogni singolo individuo. Per qualsiasi incertezza o domanda in merito, non esitare a contattarmi: sarò ben disposta a redimere ogni tuo singolo dubbio

I migliori trattamenti di Osteopatia a Torino

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

OSTEOPATIA TORINO: PER CHI È UTILE E A QUALE FASCIA D’ETÀ?

Come nelle altre città, l’osteopatia a Torino si pone come una pratica manuale che rientra a far parte della medicina alternativa, la quale considera l’individuo nella sua totalità e per ristabilire l’equilibrio in ogni parte dell’organismo e per favorire la sua guarigione. Si tratta , dunque, di un approccio non sintomatico ma volto a valutare la complessità del corpo e della mente di ogni singola persona che decide di rivolgersi all’osteopatia per risolvere i dolori dai quali affetto. In osteopatia i mali, sia fisici che psicologici, hanno una ripercussione in tutto il corpo. Dalla cattiva postura ai traumi, dai fattori incidenti come lo stress o l’accumulo dei pensieri negativi, tutte le problematiche che disturbano l’equilibrio psicofisico di un individuo possono essere risolte grazie all’osteopatia che, attraverso le sue tecniche e i suoi principi, portano l’osteopata ad analizzare punto per punto, zona per zona, tutto il corpo ( dall’apparato muscolo-scheletrico, a quello digestivo, senza escludere quelli neurologico, vascolare, ormonale, ecc…), per ripristinare il perfetto benessere di tutto l’organismo di ogni singola persona.

Per trattare ogni problema con l’osteopatia a Torino, dunque, è mia premura occuparmi di analizzare ogni singolo fattore e dunque ripristinare l’armonia totale del sistema muscolo-scheletrico e ciascuno degli altri sistemi per garantire ad ogni cliente il ritorno al suo stato di benessere e salute. Attraverso diversi approcci e tecniche, è possibile dunque ristabilire l’armonia della struttura scheletrica che sostiene tutto l’organismo con l’osteopatia e in questo modo favorire il benessere e l’equilibrio in ogni parte del corpo di ogni persona. Come abbiamo visto, una delle caratteristiche distintive dell’osteopatia è certamente quella di prendere in considerazione l’intera struttura del corpo e dei suoi movimenti. In questo modo, si pone come assioma il fatto che un corpo sano sia dotato di un’ottima motilità, non solo nelle articolazioni ma in tutti i tessuti del corpo: ossa, muscoli, nervi, legamenti, tendini, fascia, liquidi, ecc… .

Per tali motivi è facilmente intuibile che non esista un momento perfetto o un’età ideale per ricorrere all’osteopatia a Torino, in quanto con essa e le sue tecniche è possibile risolvere i problemi più disparati, da quelli più semplici a quelli più complessi, sia l’individuo un bambino, un adolescente oppure un adulto, uno sportivo o persino una donna in dolce attesa. Pertanto è possibile rivolgersi ad un osteopata per molti problemi che riguardano la nostra salute psico-fisica, anche solo come prevenzione. La maggior parte dei miei clienti, però, sceglie di provare l’osteopatia a Torino e dunque di ricorrere al mio aiuto per problemi di natura muscolare o articolare ma in realtà questa pratica ottiene ottimi risultati anche su disturbi e squilibri completamente diversi, compresi stress e ansia.

QUALI SONO I PRINCIPALI PROBLEMI RISOLVIBILI GRAZIE ALL'OSTEOPATIA?

Grazie all’osteopatia, è possibile ottenere ottimi risultati, in tempi non necessariamente lunghi, anche in caso di:

  • Problemi cervicali
  • Sciatalgie
  • Lombalgie o nevralgie
  • Artosi
  • Dolori in seguito a traumi o infortuni sportivi
  • Cefalee
  • Disturbi di stomaco e intestino
  • Disturbi ginecologici o urinari

Anche a livello psicologico, l’osteopatia è un’ottima alleata e si utilizza per contrastare sintomi comuni come:

  • Ansia
  • Asma
  • Depressione
  • Insonnia
  • Stanchezza cronica
  • Vertigini

Secondo alcuni recenti studi, sembra inoltre che i trattamenti di osteopatia possano essere utili anche in caso di infezioni recidive e abbassamento delle difese immunitarie, poiché l’equilibrio all’interno del corpo andrebbe a favorire la salute del sistema immunitario.

Alla luce di quanto enunciato, ogni tipo di trattamento e tecnica adoperata dall’osteopatia a Torino come in altre città è adatto a tutti: neonati, bambini, anziani, sportivi e donne in gravidanza. Ci sono anche alcune problematiche riguardanti gli animali da compagnia, che vengono risolte proprio grazie all’osteopatia.

Se vuoi subito saperne di più in merito all’osteopatia a Torino e ai trattamenti da me eseguiti, ti invito a contattarmi, prenotando ora la tua prima visita d’osteopatia.

OSTEOPATIA TORINO E INFORMAZIONI UTILI SULLA VISITA OSTEOPATICA

La visita osteopatica ha lo scopo di valutare il processo terapeutico mirato e personalizzato per ogni paziente. Consiste in una indagine completa della storia clinica del paziente, di una valutazione e pianificazione dell’intervento dell’osteopata e del percorso in cui la collaborazione attiva del paziente è fondamentale.
Ogni visita di osteopatia a Torino presso il mio studio ha la durata di 60 minuti ed un costo pari a 70€.

In caso di paziente minorenne, ricordo che è necessaria la presenza di almeno un genitore o della persona legalmente responsabile per il minore, per tutta la durata della visita. Al fine di effettuare una valutazione corretta e attenta, verrà richiesto di togliere alcuni indumenti alla persona interessata che, di conseguenza, è chiamata a prepararsi correttamente per tale visita, per non incorrere a spiacevoli imbarazzi. Se vuoi saperne di più in merito a come prepararsi al meglio per la visita d’osteopatia a Torino, ti consiglio di leggere un articolo riportato nel mio blog: troverai le risposte a tutte le tue domande, tra cui la parte riguardante al consenso da firmare che autorizza l’osteopata a trattare i dati personali secondo le norme vigenti sulla privacy e a trattare il paziente e anche tutte le considerazioni fatte in merito alle agevolazioni fiscali per una visita d’osteopatia a Torino.

Continuando il nostro discorso introduttivo e generico sulla prima visita d’osteopatia a Torino, ricordando che ogni caso è a se stante e che ogni individuo è diverso dall’altro e che quindi non esiste una sola tipologia di visita, né di trattamento d’osteopatia a Torino a cui ricorrere per risolvere i disturbi segnalati in fase di controllo, è molto importante precisare che, in ogni caso, dalla prima visita d’osteopatia a Torino, grazie alla mia dedizione e passione nei confronti del mio lavoro, sarà possibile gettare quelle che saranno poi le basi idonee per un percorso da seguire insieme.

Ecco perché la prima visita ha una durata di circa un’ora ed include un dettagliato programma, pressappoco così suddiviso:

  • Anamnesi: rappresenta un tassello importante per l’individuazione e la descrizione precisa dello stato di salute del paziente. Una raccolta di informazioni utili per sciogliere il ghiaccio con l’osteopata e cominciare il percorso di cura insieme.
  • Valutazione: dalle parole ai fatti, attraverso un’attenta analisi del corpo mediante movimenti attivi e passivi del corpo, utili per individuare eventuali problematiche.
  • Analisi osteopatica: il giudizio clinico che consiste nel riconoscere la condizione fisica del paziente in base all’esame svolto.
  • Trattamento: il vero inizio del percorso insieme verso la soluzione di ogni singolo problema riscontrato.

Successivamente alla prima visita d’osteopatia a Torino presso il mio studio, le altre avranno una variabile a seconda della gravità del problema da risolvere, ed ognuna di essa avverrà con ritmi e cadenze altrettanto variabili. Prima di una qualsiasi visita dall’osteopata a Torino – come in qualunque altra città – è bene essere preparati, sapere i costi della prima visita, non avere paura di spogliarsi e di lasciarsi sottoporre alle manipolazioni utilizzate in ogni singolo trattamento e cercare di essere più rilassati possibili. Ecco perché, ti consiglio di scoprire di più alla pagina del mio sito dedicata proprio alla prima visita d’osteopatia a Torino presso il mio studio, dove vengono analizzate, punto per punto, tutte le informazioni utili per capire come affrontare e in cosa consiste la prima visita di osteopata a Torino.