Consulente del sonno del bambino? Come supportare la famiglia nelle difficoltà di addormentamento del tuo piccolo

Sei da poco diventato genitore e stai riscontrando difficoltà a far dormire il tuo piccolo che piange ininterrottamente e ti piacerebbe avere un’assistenza per evitare tutti i risvegli notturni? Hai letto che in questi ultimi anni si sta diffondendo la figura del consulente del sonno che supporta i genitori nel delicato momento del sonno dei bambini (diurno e notturno) e ti piacerebbe capire cosa fa esattamente questo professionista qualificato? O sei semplicemente curioso di sapere perché, ad esempio, il tuo piccolo si addormenta facilmente attaccato a te e piange appena lo poggi nella culla oppure ancora perché è più facile che si addormenti mentre lo allatti e come il consulente del sonno del bambino possa essere di aiuto alla famiglia per far dormire meglio il piccolo?

Sei sull’articolo giusto!

Fermati per qualche minuto a leggere questo articolo che, come osteopata a Torino, ho pensato di preparare per spiegarti nel dettaglio cosa fa il consulente del sonno infantile e come, attraverso alcuni precisi strumenti, possa essere di supporto alla famiglia che diventa il centro della consulenza.  Scoprirai che tutti i disturbi del sonno del tuo piccolo hanno delle spiegazioni legate alla fisiologia del sonno stessi e con l’aiuto del consulente del sonno potrai imparare per acquisire la giusta consapevolezza e tranquillità per affrontare ogni situazioni in cui il tuo piccolo mostrerà delle difficoltà nell’addormentamento

Buona lettura!

Consulente del sonno dei bambini: professionista qualificato al servizio della famiglia

Come abbiamo sopra accennato, negli ultimi tempi si sta diffondendo una nuova figura professionale, il consulente del sonno. Trattasi, appunto, di un professionista qualificato che ha l’obiettivo di trasmettere, con un approccio scientifico, ai genitori tutte le conoscenze più importanti legate alla fisiologia del sonno dei piccoli e fornire loro gli strumenti pratici per aiutare il bambino a dormire meglio, evitare i risvegli mattutini e cambiare alcune abitudini legate al sonno non più sostenibili per i genitori.

Nei primi mesi di vita molti bambini non dormono o si risvegliano frequentemente durante la notte e cercare di farli addormentare diventa, davvero, un’impresa per i genitori che si ritrovano sempre più stressati, stanchi e frustrati.

Compito del consulente del sonno è far comprendere ai genitori che in molti casi questi risvegli sono assolutamente fisiologici ma ci sono una serie di accortezze pratiche che il consulente del sonno può insegnare alla famiglia per migliorare la situazione e aiutare i bambini ad addormentarsi e dormire.

Gran parte del lavoro del consulente del sonno si basa sul supportare la famiglia ad acquisire la giusta consapevolezza, avere le corrette informazioni scientifiche e imparare le accortezze pratiche per trovare il corretto equilibrio familiare.

Seguendo i principi dell’osteopatia basata sulla disciplina olistica che considera  la persona nella sua totalità e cerca di ristabilire l’equilibrio in ogni parte dell’organismo, parimenti il consulente del sonno aiuta a trovare soluzioni pratiche, efficaci e adatte al tuo piccolo, tenendo in considerazioni ogni aspetto della famiglia.

Ecco perché questo professionista qualificato lavora a stretto contato con i genitori, offrendo tutti gli strumenti di consapevolezza della fisiologia del sonno dei bimbi e mostrando in concreto tutte le accortezze pratiche che possono aiutare i bambini a dormire e a riposare.

L’approccio olistico improntato sulla conoscenza delle dinamiche famigliare è fondamentale anche per acquisire la giusta consapevolezza della fisiologia dell’allattamento al seno e dell’allattamento artificiale così come altrettanto importante è trasferire ai genitori l’importanza di condividere il letto in sicurezza e creare una relazione empatica con i loro figli.

Il ruolo del consulente del sonno o Sleep Coach è quello di responsabilizzare, supportare e guidare la famiglia a raggiungere un equilibrio che porti tutti i componenti a dormire e riposare bene.

Infatti, tante sono le domande che ogni giorno attanagliano i genitori e che spesso mi vengono riproposte.  Tra le più frequenti, perché il bambino tende ad addormentarsi a contatto con la mamma e si risveglia subito appena viene poggiato nella culla? Oppure ancora, perché il piccolo non dorme tutta la notte? o perché i suoi riposini sono davvero brevi?

Quesi sono solo alcuni dei quesiti che i genitori mi formulano quotidianamente e che meritano di essere approfonditi e analizzati in quanto hanno delle risposte legate alla fisiologia del sonno.

Ad esempio, se il tuo bambino dorme attaccato a te e poi si risveglia appena lo poggi nella culla, ebbene questa situazione ha molteplici spiegazioni legate a diversi elementi fisiologici, tra i quali sicuramente l’età del bambino.

I bambini sono davvero “progettati” per dormire bene a contatto con la mamma, soprattutto se vengono anche allattati al seno.

In questa situazione diventa fondamentale la scelta del momento in cui lo poggi nel lettino e in questo il consulente del sonno potrà aiutarti ad adottare la strategia migliore.

Hai già effettuato un controllo dall’osteopata?

Infatti, se si è appena addormentato attaccato e te e lo poggi subito nel lettino, lo spostamento può essere già considerata una vulnerabilità soprattutto se il piccolo si è appena addormentato. Peraltro, in questi casi entra in gioco un altro fattore, vale a dire il senso di sicurezza. Se il piccolo non conosce il lettino e non ha esperienze positive ad esso collegate, i bambini tendono a restare nella loro comfort zone dell’attaccamento a te. Quindi, diventa opportuno creare delle occasioni in cui fargli fare l’esperienza positiva del lettino.

Queste sono solo alcune delle considerazioni che potranno essere analizzate insieme al consulente del sonno il quale, di fronte a tutti i tuoi dubbi, potrà fornirti delle spiegazioni prettamente fisiologiche e aiutarti a individuare gli strumenti e le pratiche quotidiane da adottare per risolvere la problematica.

Ricorda che l’equilibro famigliare in caso di disturbi del sonno del tuo bambino è raggiungibile attraverso un percorso di consapevolezza. Tutte le difficoltà che il tuo piccolo incontra nell’addormentamento e nel riposo hanno delle spiegazioni scientifiche che, con il supporto professionale e paziente di un consulente del sonno, potrai conoscere per affrontarle al meglio.

Se sei interessato ad approfondire l’argomento dei disturbi del sonno del tuo piccolo e di come un Sleep Coach Potrà aiutarti non esitare a contattami compilando il form qui sotto

Compila il form di contatto per richiedere informazioni o prenotare un appuntamento

Corso Vittorio Emanuele II, 109/b – Torino | Via Vezzolano, 15 – Torino

Tel. 348 149 05 60 | Email info@fasoliosteopata.it

Caterina Fasoli - Osteopata a Torino

    * dati obbligatori

      * dati obbligatori

      Caterina Fasoli - Osteopata a Torino