3 consigli dell’osteopata per far dormire meglio il tuo piccolo

Il tuo bambino fa fatica ad addormentarsi e non sai cosa fare per aiutarlo a dormire bene e a lungo? Hai letto che nei primi mesi di vita tanti bambini non riescono ad addormentarsi e ti piacerebbe scoprire qualche piccolo accorgimento per supportarlo nella fase di addormentamento? O sei semplicemente curioso di avere qualche utile consiglio per far addormentare il tuo piccolo e del perché a volte fanno fatica a riaddormentarsi?

Ecco un articolo che ti svelerà qualche piccolo trucco su come far addormentare il tuo bambino e non ritrovarti stanco, stressato e frustrato!

Fermati per qualche minuto a leggere questo articolo che, come osteopata a Torino specializzata in neonati, ho scritto per condividere con tutti i genitori che sono alle prese con le difficoltà di far dormire il proprio bambino, alcuni piccoli consigli per accompagnarli a dormire e a non svegliarsi in preda a crisi di pianto.

Scopriremo insieme che molto spesso le difficoltà che i genitori incontrano nel far dormire i propri figli non hanno necessariamente delle cause patologiche.

Infatti, i risvegli notturni sono, in genere, fisiologicamente corretti e sono fondamentali nel loro sviluppo neurologico.

In questi casi l’osteopata potrà migliorare il sonno del tuo piccolo e suggerirti alcuni semplici accorgimenti su ambiente, cibo e routine per risolvere le difficoltà di addormentamento.

Se ti interessa approfondire l’argomento, continua a leggere.

Buona lettura!

Osteopatia neonatale: i consigli per far dormire meglio il tuo piccolo

Nei primi mesi di vita, molti bambini fanno fatica ad addormentarsi. Queste difficoltà, tuttavia, possono persistere anche nei primi anni di vita.

Il risultato è che le difficoltà del sonno del bambino si ripercuotono inevitabilmente sui genitori che si ritrovano ad essere stanchi, stressati e frustrati.

Tante sono le domande che accompagnano i genitori. Ad esempio, ci si chiede spesso perché il bambino fatichi ad addormentarsi, o perché si svegli frequentemente durante la notte, o perché i suoi riposini siano così brevi.

Sicuramente introdurre alcuni piccole accortezze pratiche potrebbe cambiare la routine famigliare e consentire un migliore bilanciamento del sonno.

Per questo motivo ho pensato di suggerirti almeno tre semplici abitudini che potresti provare prima di rivolgerti ad un professionista come un osteopata.

Come vedremo dopo, nel caso in cui non sussistano problemi di disturbo del sonno di origine patologica, potresti valutare una consulenza osteopatica sul tuo piccolo per migliorare la qualità del sonno del suo sonno qualora sia alterato.

Ecco, quindi le tre regole d’oro per aiutare il tuo bambino a dormire meglio:

Hai già effettuato un controllo dall’osteopata?

1. Essere i loro orologi esterni

Nei primissimi mesi di vita (0-2/3 mesi) i neonati non producono ancora melatonina per cui i genitori devono essere i loro orologi esterni. Per questo è consigliato farli dormire alla luce di giorno e al buio di notte. Dopo i 3 mesi tutto cambia e, perché il sonno sia più riposante, è meglio avere un ambiente buio per favorire l’addormentamento e il sonno in generale

2.Tenerli in braccio

Se il tuo piccolo fa fatica ad addormentarsi, tienilo in braccio il più a lungo possibile perché il contatto con te trasferirà senso di sicurezza e accudimento e lo accompagnerà nella fase di addormentamento.

Ti consiglio di non spostarlo subito nel lettino o nella culla in quanto potrebbe avvertire subito lo spostamento e percepirlo come un distacco e un allontanamento e ciò potrebbe impedire nuovamente che si addormenti.

3.Tenere lontani tutti i dispositivi elettronici

Tieni lontano dal tuo piccolo tutti i dispositivi elettronici e gli schermi, come quelli del telefono, della TV, con luce blu in quanto inibisce il rilascio della melatonina.

Infatti, è scientificamente provato che la luce blu, impercettibile all’occhio umano, emessa da tablet, pc e telefoni, distrugge la melatonina e non accompagna i piccoli ad addormentarsi.

 Questi sono soltanto alcuni dei tanti utili suggerimenti che potrai seguire per aiutare il tuo piccolo ad addormentarsi e riposare meglio e più a lungo.

Anche il trattamento osteopatico può presentarsi come un valido supporto per migliorare il sonno del tuo bambino.

In occasione della prima valutazione osteopatia, l’osteopata valuterà, ad esempio, la presenza di un’alterazione dell’equilibrio cranio-sacrali e, attraverso manipolazioni dolci e non invasive, potrà eliminare la disfunzione per ripristinare la mobilità delle strutture interessate.

In altri casi, poi, le difficoltà di addormentamento del piccolo potrebbero essere causate da coliche o difficoltà respiratorie oppure reflusso gastroesofageo.  Il trattamento osteopatico è finalizzato a lavorare direttamente su questa problematica per migliorare la qualità del sonno del bambino.

Nella maggior parte dei casi, è possibile risolvere la situazione in poche sedute.

Se anche il tuo piccolo manifesta delle difficoltà di addormentamento o tende a svegliarsi frequentemente, valuta la possibilità di richiedere una consulenza osteopatica.

Compila il form qui sotto per prenotare un appuntamento. Sarò felice di aiutarti a ritrovare il giusto equilibrio familiare e supportarti nell’addormentamento del tuo bambino.

Compila il form di contatto per richiedere informazioni o prenotare un appuntamento

Corso Vittorio Emanuele II, 109/b – Torino | Via Vezzolano, 15 – Torino

Tel. 348 149 05 60 | Email info@fasoliosteopata.it

Caterina Fasoli - Osteopata a Torino

    * dati obbligatori

      * dati obbligatori

      Caterina Fasoli - Osteopata a Torino