fbpx

Osteopatia e l’articolazione temporo–mandibolare (ATM)


Come curare i disturbi della mandibola con l’osteopatia

Chi soffre di disturbi alla mandibola o, per essere più esatti, legati all’articolazione temporo-mandibolare (ATM), sa perfettamente che i primi sintomi che si manifestano sono:

  • Dolore fastidioso che impedisce di parlare
  • Male costante al viso
  • Avere la sensazione che la mandibola si blocchi
  • Mal di orecchie
  • Cefalee, vertigini e capogiri

Con articolazione temporo-mandibolare (ATM) si intende un’articolazione molto delicata che rappresenta il punto di incontro tra la mandibola e il cranio. L’articolazione temporo-mandibolare (ATM) si trova davanti all’orecchio, motivo per cui spesso avvertiamo il dolore proprio in quella zona ed è una delle parti più mobili del nostro corpo: si pensi solo che, durante tutto l’arco di una singola giornata, possiamo arrivare ad attivarla anche 2000 volte. Questa articolazione è infatti responsabile dei movimenti della nostra mandibola, fondamentale per masticare e di conseguenza deglutire ma non solo. È anche utile per la respirazione, per tutte le espressioni mimiche facciali possibili da attuare ed infine, anche se apparentemente strano, questa articolazione influenza anche la nostra postura.

I sintomi della sindrome temporo-mandibolare – ossia i disturbi della mandibola – possono essere legati al bruxismo (il comune digrignare i denti), ad artrite e artrosi, ma anche a una malocclusione della bocca che può determinare uno sbilanciamento anteriore dei carichi e della linea di gravità del corpo, qualora la mandibola sia indietro rispetto alla mascella o uno sbilanciamento posteriore dei carichi e della linea di gravità del corpo, qualora la mandibola sia anteposta alla mascella. Anche in questo caso l’osteopatia può essere un’ottima risoluzione al problema.

Hai già effettuato un controllo dall’osteopata?

Osteopatia e articolazione temporo–mandibolare (ATM): ecco come curare i dolori della mandibola

Quando si manifesta la sindrome temporo-mandibolare, può essere di grande aiuto l’intervento dell’osteopata e di conseguenza dell’osteopatia. L’osteopatia non agisce direttamente sulla zona del dolore, bensì l’approccio olistico attuato dall’osteopatia prevede l’effettuazione delle cosiddette tecniche di integrazione, per agire a livello cervicale, ma anche del cranio e della colonna vertebrale in generale.
L’osteopatia prevede anche delle tecniche di rilascio della muscolatura masticatoria e delle strutture articolari coinvolte nella biomeccanica mandibolare per fare in modo che quest’aspetto legato ai disturbi della mandibola venga risolto e il paziente possa riprendere la sua vita normale e soprattutto a mangiare, parlare, masticare, deglutire, ecc… .

La tecnica osteopatica craniale è particolarmente efficace per risolvere tutti i problemi legati alla sindrome temporo-mandibolare, attraverso particolari manipolazioni, che agiscono sulle ossa craniche, restituendo loro una nuova buona funzione. L’osteopatia è indicata anche per i bambini che hanno questi problemi.

Hai problemi di occlusione alla bocca o più semplicemente vuoi saperne di più in merito a tutti i trattamenti che l’osteopatia prevede? Prenota subito la tua prima visita.

Compila il form di contatto per richiedere informazioni o prenotare un appuntamento

Corso Vittorio Emanuele II, 97 – Torino | Via Vezzolano, 15 – Torino | Vicolo Milocco, 6 – Leinì

Tel. 348 149 05 60 | Email info@fasoliosteopata.it

* dati obbligatori

Caterina Fasoli - Osteopata a Torino